Pubblicato il: 22 Luglio, 2020  Visualizzazioni: 203

Maria De Filippi in Rai anche per Sanremo 2021? Le parole di Amadeus

In procinto di sbarcare su Rai Uno per condurre una serata contro la violenza sulle donne, la De Filippi pensa al Festival di Sanremo 2021

Visualizza Foto

Da qualche tempo si mormora circa la possibilità che Maria De Filippi, volto di punta di Canale 5, dove presenta ed è autrice di molti programmi diversi, possa condurre il Festival di Sanremo 2021 assieme ai conduttori già confermati, gli stessi dello scorso anno, ovvero Amedeus e Fiorello. E TV, Sorrisi e Canzoni ha pensato di chiederlo al diretto interessato, Amadeus (che è anche direttore artistico del Festival), durante l’intervista in onda sul numero attualmente in edicola. A sorpresa, non solo Amadeus non ha negato, ma si è mostrato apertamente possibilista sull’accordo con Mediaset per la cessione provvisoria della moglie di Maurizio Costanzo. “Maria De Filippi a Sanremo 2021? A oggi tutto è possibile. Ogni nome è funzionale a un’idea. Non mi sento di escludere nessuno perché magari ora non ce l’abbiamo in mente ma fra tre mesi ci viene l’idea giusta. Pensi che Fiorello la gag con Maria l’ha inventata la mattina stessa…” ha dichiarato il simpatico conduttore. Prima di saperne di più, tuttavia, dovremo aspettare l’autunno. E di certo, se la De Filippi fosse chiamata anche per il Festival, la dirigenza Rai non ne sarebbe affatto contenta, visto la bufera in atto sullo sbarco della conduttrice in Rai.

Gossip news, Maria De Filippi torna su Rai Uno dopo il Festival di Sanremo

Sì perché in Rai in questi giorni è in atto una vera e propria rivolta che nelle ultime ore ha visto prendere posizione anche la Vigilanza Rai, che si è espressa in maniera molto dura. Il motivo? Lo sbarco di Maria De Filippi su Rai Uno. Nella prossima stagione televisiva, infatti, la moglie di Maurizio Costanzo, volto di punta di Canale 5, dove conduce tre programmi di successo, condurrà una serata evento per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne. Sul prestigioso palco, però, Maria De Filippi non sarà sola.

LEGGI ANCHE — Maria De Filippi parla di Francesca, la fidanzata del figlio: che tipo di suocera è?

News di gossip, critiche feroci contro la decisione dei vertici Rai

Accanto a lei, infatti, ci saranno due donne famose e impegnate attivamente nella lotta alla violenza sulle donne, nonché grandi amiche della conduttrice: stiamo parlando della cantante e autrice Fiorella Mannoia, che probabilmente si occuperà della parte canora, e dell’attrice romana Sabrina Ferilli, da anni giudice di Amici. Quest’ultima vestirà probabilmente i panni di conduttrice.Dopo che la notizia è stata ufficializzata e si è diffusa in rete, su Twitter sono comparsi centinaia di commenti positivi, ma anche commenti al vetriolo di chi ritiene l’ingaggio della De Filippi, volto di punta della rete concorrente, una sorta di “affronto” nei confronti delle tante brave conduttrici Rai che avrebbero potuto presentare un evento del genere. Forse, ci si chiede in maniera polemica, sono meno brave della De Filippi?

LEGGI ANCHE — Uomini e Donne andrà davvero in onda solo due giorni a settimana? Tutta la verità

Notizie di gossip 2020, Anzaldi furioso: “Conduttrice Rai umiliate”

Tra quelli in disaccordo con la scelta di far presentare a Maria De Filippi la  serata evento per la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne c’è anche il segretario della Commissione di Vigilanza Rai, Michele Anzaldi, che è letteralmente sbottato su Twitter. Second Anzaldi, infatti, la scelta di affidare la conduzione di un evento così importante al volto di punta di una rete privata concorrente costituirebbe una vera e propria offesa a tutte le conduttrici che da anni ormai lavorano in Rai.

LEGGI ANCHE — Riccardo Scamarcio si è sposato e diventa papà: ecco chi è la fidanzata

“Per la giornata contro la violenza sulle donne, Rai 1 decide di umiliare le donne Rai: lo speciale lo condurrà Maria de Filippi, simbolo della concorrenza. Senza nulla togliere a De Filippi, alla Rai mancano professionalità femminili?” ha tuonato Anzaldi. “Questo sarebbe puntare sulle risorse interne?”. Per ora, tuttavia, nessuna risposta è arrivata dai vertici della televisione pubblica.

CATEGORIE